Non ci vuole mica un genio

barney

Leggendo La versione di Barney, di Mordecai Richler, capita con una certa frequenza d’imbattersi in termini yiddish. Ora, io, la maggior parte delle volte (qualche parola la conoscevo) sono andato a senso. Non è il massimo, mi rendo conto. Ma di mettermi a cercare online (non ho un dizionario di yiddish, a casa), quando magari leggevo a letto, prima di addormentarmi, proprio non mi andava. Uscire da sotto le coperte, accendere il pc o prendere lo smartphone, per una parola, insomma. Mi sono detto Che ci vuole? Basta un po’ d’intuito, per capire cosa significa. Non ci vuole mica un genio.

Poi, quando sono arrivato a pagina 484, che è l’ultima del libro, ho visto che a pagina 485, in alto, c’era scritto “GLOSSARIO YIDDISH”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+

2 thoughts on “Non ci vuole mica un genio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *