Il calendario nell’epoca della sua riproducibilità tecnica

I giorni si assomigliano tutti. Tolti quelli da ricordare, quel 3% per cui vale la pena di affrontare il restante 97%, gli altri sono praticamente tutti uguali. Cambiano i dettagli, ma lo schema è sempre lo stesso. Paradossalmente proprio questo ci permette di ricordare i giorni speciali, diversi dai soliti, perché quelli normali, ricorrenti, schematici, […]

Scrittori parlanti

Ci sono degli scrittori, che tu vai alle loro presentazioni, li ascolti, e ne rimani affascinato. Hanno un eloquio che ti lascia a bocca aperta. Ti ritrovi rapito. Ti prendono, ti sollevano e ti trasportano in volo tra le pagine delle loro opere, raccontando senza svelare, evocando momenti, emozioni, conflitti. E nel mentre ti spiegano […]

Il problema di leggere

  A un certo punto oggi ho scoperto che era la giornata mondiale del libro (e del diritto d’autore, solo che questa seconda parte non la dice nessuno perché sennò poi la gente pensa Ah be’ se è anche del diritto d’autore non sono mica sicuro di festeggiare). Così sono andato sul sito della Treccani […]

Lo sfasamento temporale del politico

A voi magari sembra facile, la vita del politico. Del politico eletto, nel senso; di quello che ha una qualche carica: una poltrona, un divanetto, fosse anche uno spigolo di sedia, se c’è ressa. Di quello non eletto non si sa molto; anzi non si capisce proprio cosa faccia, un politico, quando non è eletto. […]

L’utilità di Brunetta

Da un po’ di tempo a questa parte ho notato che ogni volta che leggo la posizione dell’ex ministro Renato Brunetta in merito a qualcosa, io la penso al contrario. Allora, adesso, se c’è una questione su cui sono poco informato, prendo e vado a leggermi cosa ne ha detto Brunetta. Così poi penso il […]

Alla stessa ora

Nella notte tra sabato e domenica, a causa del passaggio all’ora solare, l’intervallo tra le 2 e le 3 c’è stato due volte, il che ha creato un sacco di confusione e sollevato parecchi dubbi. Probabilmente la maggior parte di voi stava dormendo, a quell’ora, ma chi era ancora o già in piedi ha avuto […]