Il non morto

C’è questa cosa che mi succede, che secondo me è un po’ strana. Poi magari capita a tutti e tutti i giorni, ma non credo. Insomma mi succede che ogni tanto do per morto uno. Nel senso, uno qui del paesello. Un signore che aveva un bar. Capita il suo nome nei discorsi, anche solo […]

Giusto due cose in caso apriste delle pompe funebri

Il primo problema delle pompe funebri è l’individuazione del cliente. Il che non significa aggirarsi per le corsie degli ospedali in cerca di qualcuno che abbia già un piede nella fossa, e prima ancora nella cassa che intendete fornirgli con solerzia appena necessario. Significa capire se il cliente è chi muore o chi rimane. Per quanto […]

Un blog è morto

Chissà se tutte le aziende che fanno hosting sono così premurose. Quella che reggeva Uraniborg, il mio vecchio blog, lo è di certo. Nell’ultimo mese-mese e mezzo mi ha scritto una dozzina di mail per ricordarmi che il blog stava giungendo a scadenza. Oddio, si trattava pur sempre di riscuotere dei soldi, quindi parlare di […]

La morte come problema informatico

Non so se avete presente Matrix, quel film con Keanu Reeves in cui gli umani sono tutti collegati a delle macchine, dei computer, e in pratica la vita si svolge all’interno di una gigantesca simulazione. Ecco. Mettiamo che le cose stiano davvero così, cosa che poi non possiamo nemmeno escludere al 100%. Immagino che anche […]

Vite infinite

Anche fosse vero, quello che ti promettono le religioni, e cioè che o dopo morti c’è un’altra vita, infinita ma ultraterrena, o che dopo morti c’è un’infinità di vite terrene ma tutte nuove, be’, anche fosse vero, mi pare un’idiozia. Cosa vivo a fare se poi tutta l’esperienza di una vita va buttata, o perché […]