Il cavaliere mascherato

Silvio Berlusconi è morto in un incidente stradale nel 1999.

Sull’identità della persona che da allora finge di essere il leader di Forza Italia ci sono diverse ipotesi:

1) Francesco Maria Voltolini, autotrasportatore di Vigevano, attore teatrale amatoriale recante una non banale somiglianza col Berlusconi degli anni ’90. Successivamente, invecchiando, tale caratteristica è andata sfumando, il che spiegherebbe l’attuale utilizzo di una maschera nelle situazioni pubbliche. Lo scambio di identità sarebbe avvenuto (e in seguito mantenuto operativo) su proposta di Veronica Lario e Gianni Letta.

2) Luisa Melandri Morelli, imitatrice di San Sepolcro lanciata nel 1996 dalla trasmissione “Uguale sputato” di Tele Toscana 31. Contattata dai vertici di Forza Italia appena dopo l’incidente fatale, è stata sottoposta a un intervento di chirurgia estetica affinché potesse somigliare in modo verosimile a Berlusconi, più basso di 31 cm. Leggenda vuole che durante una puntata di “Uguale sputato” la Melandri Morelli abbia litigato furiosamente con un giovane Matteo Renzi seduto fra il pubblico e inalberatosi per un paio di battute sugli scout di Pontassieve.

3) Amhal ibn Gazizi, pizzaiolo pakistano. Di lui si sa pochissimo. Secondo alcuni ha conosciuto Berlusconi a Rho, nella sua pizzeria, durante la campagna elettorale per le politiche del 1994. In tale occasione Gazizi avrebbe confessato al futuro Presidente del Consiglio: “Vorrei essere come lei”. E Berlusconi avrebbe risposto: “Puoi esserlo, caro. Tutti possono” (fonte: Chi).

4) Veronica Lario, seconda moglie di Silvio Berlusconi. Secondo questa ipotesi il leader di Forza Italia non è mai stato coinvolto in alcun incidente fatale ed è tuttora in vita. Prostrato però dalle fatiche e dalle delusioni della vita politica, nel 1999 decise di ritirarsi da ogni incarico di tal genere per concentrarsi sulla sua carriera imprenditoriale. Veronica Lario scelse quindi di raccogliere l’eredità e la responsabilità politica del marito (ma alcuni dicono che lo fece solo per sete di potere) e di comune accordo si scambiarono di ruolo. Il pesante trucco utilizzato da entrambi serve appunto a mascherare tale messinscena.

5) Bettino Craxi. Il leader decaduto del PSI, tornato dal suo esilio di Hammamet (dove poco dopo, nel 2000, ne fu simulata la morte), ha continuato la sua carriera politica sotto mentite spoglie fino al 2011, successivamente sostituito da Francesco Maria Voltolini (vedi 1). Attualmente è Ministro dell’Economia in Venezuela.

Mi è finito il berlusconismo

È successo venerdì pomeriggio. Ero al computer che scrivevo delle robe, tutto preso, e a un certo punto sento una musica che si avvicina, seguita da parole incomprensibili, provenienti da un altoparlante.

Torno a essere tutto preso mentre la fonica continua il suo percorso, prima allontanandosi e portandosi via il suo messaggio, poi, tornando verso di me, rendendomelo sempre più comprensibile. Fa un altro paio di svolte nella mia direzione e nonostante le parole restino ancora un borbottio indistinto la melodia emerge riconoscbile, aumentando di volume mentre percorre gli ultimi metri nella mia direzione, in strada:

E Forza Italiaaaa, per essere liberi!
E Forza Italiaaaa, per fare e per crescere!

È successo in quel momento esatto. Non è stata una conclusione razionale, così come non lo sono stati più di tanto gli ultimi vent’anni di politica italiana. È stata più una sorta d’intuizione, un’epifania ecco. Una somma d’indizi che nel tempo si erano accumulati, al di sotto della soglia cosciente, e che quella melodia ha risvegliato tutti d’un botto, in un unico blocco di consapevolezza.

Mentre ascoltavo quell’inno e l’effetto Doppler che se lo portava via non ho pensato alla politica, e non ho pensato alle elezioni regionali che di quel furgoncino urlante erano il vero motore. Mi ricordo di aver pensato alle feste di quartiere, all’apertura di nuovi negozi, alle serate in discoteca, alle loro pubblicità gridate in giro per le strade e soprattutto alle canzoni che ci mettono sempre ad accompagnarle, che – io non ho mai capito chi le sceglie – sono seconde in bruttezza solo a quelle di quando ti mettono in attesa al telefono. Una roba grottesca che suona d’altri tempi e che presto smetterai d’ascoltare disinteressato, appena l’operatore risponde o la fonica gira l’angolo.

Ecco, per me il berlusconismo è finito così.

Contratto con gli italiani

Tra Mix, tenutario di questo blog, e i cittadini italiani si conviene e si stipula quanto segue.

Mix si impegna a realizzare nell’anno 2014 i seguenti obiettivi:

  1. Leggere di più
  2. Scrivere meglio e di più
  3. Andare a correre

Nel caso che al termine del 2014 almeno 2 su 3 di questi traguardi non fossero stati raggiunti, Mix si impegna formalmente a non ripresentarsi l’anno successivo con altri buoni propositi.

In fede,
Mix

Il contratto sarà reso valido e operativo il 1° gennaio 2014.

Berlusconio

In natura esiste un – si fa per dire – processo in base al quale certi atomi, che hanno problemi di – si fa per dire – stabilità interna, tendono a raggiungere spontaneamente la stabilità emettendo delle particelle. Questo processo si chiama – si fa per dire – decadimento. Un tipo particolare di decadimento è il decadimento – si fa per dire – B. Perché un atomo instabile decada e diventi un diverso elemento ci vuole un certo tempo, detto emivita, che può anche essere – si fa per dire – 20 anni.

Non state a guardare troppo la precisione. Non ho mica fatto scienze – si fa per dire – politiche.