Grandi e vaccinati

Ieri, girando per i soliti social network, a proposito di morbillo e vaccini mi sono imbattuto in un paio di soggetti interessanti. Uno diceva, più o meno, “Ai miei tempi non ci si vaccinava per il morbillo e non è mai morto nessuno”, mentre l’altro, sempre più o meno, diceva “Non c’entrano i vaccini, il […]

Ulteriori motivi per scegliere una fidanzata dell’Est

(la storia la sapete già, probabilmente. Proseguiamo sulla stessa linea, all’incirca): Si accontentano di una cuccia in terrazzo o nel ripostiglio. Forniscono ai figli un genere di educazione che è il giusto compromesso tra il socialismo e il capitalismo, generando una discendenza che si troverà a proprio agio in un mondo assoggettato alla potenza cinese. […]

Passeggeri

Ieri pensavo che siamo scemi. Noi umani, nel senso. Lo ammetto, mi capita di pensarlo spesso e per tanti motivi diversi. Ieri però non c’erano di mezzo grandi questioni come guerre, povertà, fame, violenze, ideologie, baracca e burattini. C’erano di mezzo le automobili. Ieri ero in auto, e a un certo punto ho pensato che […]

Fondamenti di sinistra quantistica

La meraviglia che ognuno di noi prova nel contemplare la superba perfezione dell’Universo è pari solo allo stupore che ci assale di fronte ai suoi misteri o a una dichiarazione di Borghezio. A differenza di Borghezio però questi misteri sono sondabili, risolvibili. Le capacità intellettuali che la natura stessa ci ha messo a disposizione ci […]

Di nuovo un witz

Come ogni anno, in questo giorno dedicato alla memoria metto qui un witz, ovvero un motto di spirito, esempio del sempre folgorante umorismo ebraico. Questa, in particolare, è tratta dal libro L’ebreo che ride, di Moni Ovadia: Tre madri ebree si raccontano di quanto siano amorevoli i rispettivi figli. La prima dice: «Il mio Joe […]

Casi referendari

Per dire, un signore di nome Silvano all’inizio aveva deciso di votare sì. Poi, col passare dei giorni e dei mesi, aveva cambiato idea, e infine aveva scelto no. Silvano, che inizia con il Si e finisce con il no. C’era un altro, il nome non si sa, che pur di votare sì era pronto […]

Referendoom

Non ci vuole molto per capire che, indipendentemente dal risultato del 4 dicembre, abbiamo già perso tutti. Ha già vinto invece il potere. Il quale, tra le tante altre cose, è l’arte di convincerci che le persone sono divise in fazioni. (e se quando avete letto “potere”, qui sopra, avete pensato a un politico in […]

Il signor Paternazzi al referendum

Il signor Paternazzi è nella cabina elettorale. Dentro e fuori la cabina in questo momento è il 4 dicembre 2016, giorno del referendum sulla riforma costituzionale. Che è poi il motivo per cui Paternazzi è nella cabina. Tutto quindi appare piuttosto regolare. Sono le 8.43, Paternazzi è andato sul presto un po’ per evitare code […]