Un dubbio (su La morte di Ivan Il’ič)

Allora oggi, a un certo punto, mi è preso un dubbio. Siccome ho iniziato, invece che a leggere, ad ascoltare La morte di Ivan Il’ič, chissà se poi, quando l’ho finito, lo posso mettere nella lista dei libri che ho letto, oppure devo fare una nuova lista, coi libri ascoltati. Bisogna che ci rifletta.

Fiaschi

Giusto un appunto (che già il fatto mi sembra sparire dai resoconti e dalle riflessioni) a margine dello psicodramma “Italia fuori dai mondiali”. Come nazionale, ieri sera abbiamo ufficialmente pareggiato, e quindi perso, alla fine del secondo tempo, col fischio dell’arbitro. Come nazione, invece, avevamo già perso durante l’inno nazionale svedese, coi fischi del pubblico. […]

Difetti di fabbrica

Il mio tallone d’Achille è il collo. Non solo nel senso che se qualcuno mi colpisce lì con una lancia allora addio. Ma anche e soprattutto nel senso che sono abbastanza un habitué dei dolori cervicali. Ne soffro, come si dice. Ma al di là della predisposizione, ci sono poi i comportamenti. I fattori ambientali, […]

Cosa vado a pensare

Poco fa mi è venuto in mente che sarebbe il caso di ricominciare a scrivere qui sul blog. Ora ci penso meglio. Voi, nel dubbio, preparatevi.

Outdipendenza

Premesso che io sono per l’abolizione degli stati nazionali e per la creazione di una federazione planetaria (e, quando sarà, interplanetaria), un po’ perché 1) diomio cerchiamo di non essere ridicoli, è il 2017 e le merci vanno ovunque e le informazioni (leggi: internet) pure vanno ovunque ma le persone sono ancora sottoposte al Chi […]

Faccia a faccia col telefono 

(un breve dialogo dall’immediato futuro) – Oggi sono incazzatissimo. – E perché sorridi? – Sennò non mi si sblocca il telefono. (le macchine hanno già vinto. Ora si preparano semplicemente a umiliarci.)

Stupore

Se c’è una cosa che tutte le volte – tutte le volte che succede quello che è successo stamattina in una piazza di Roma – mi sorprende, e quasi addirittura m’affascina, è la capacità che il potere ha di preparare alla perfezione le condizioni perché si verifichi lo scontro. E non uno scontro “verticale”, di […]

Una piccola ma importante precisazione

Solo per chiarire che no, nel frattempo – visto che non scrivo da un po’ – razzisti, fascisti e nazisti non sono diventati, nel caso vi fosse venuto il dubbio, portatori di idee alternative. Sono e restano razzisti, fascisti e nazisti. ps: l’immagine ha il solo scopo di attirare il pubblico.

Bizzarro

Nel frattempo, la collana Stravaganze, quella di cui mi prendo amorevolmente cura per conto di Blonk, è cresciuta di un volume. Il nuovo arrivato, opera di Franco Sardo, s’intitola SuperDio. Per ora, se dovessi descriverlo con un solo aggettivo, quell’aggettivo sarebbe “bizzarro”. Poi dopo vi dico meglio.

M3S

Qualche giorno fa si rifletteva sull’opportunità di fondare l’M3S, il Movimento Tressette, promuovendolo con lo slogan “Uno (nel senso dell’asso) vale uno”. Come base elettorale, gli anziani da bar sarebbero una buona garanzia. Adesso, fra una partita e l’altra, ci pensiamo meglio.