Da ricchi

I soldi non fanno la felicità. Ma nemmeno viceversa.

Abbiamo la felicità, cosa ci facciamo coi soldi?, direte voi.
Ci comprate le cose, direi io.

Comunque mi ricordo che tanti anni fa, da ragazzini, ogni tanto capitava di fare quella specie di gioco “se divento straricco”, in cui ognuno s’inventava dei modi iperbolici per spendere quella valanga di soldi che non sarebbe mai arrivata, e con un amico, a un certo punto, concordammo che la spesa migliore era un bagno grandissimo e comodissimo che ogni volta che ci andavi c’erano dentro i Pink Floyd (eravamo grandi fan dei Pink Floyd), dal vivo, con tutto il loro palco e light show, che suonavano dei pezzi a richiesta.

Oppure mi ricordo di un’intervista di Mollica a Benigni, dopo che un suo film aveva fatto il botto al cinema, in cui Mollica, pacioso come sempre, a un certo punto diceva a Benigni qualcosa tipo Con questo successo hai fatto anche dei bei soldi, ti sei arricchito, e Benigni gli rispondeva una cosa come Sì sì, infatti adesso se devo comprarmi un nuovo paio di occhiali vado dall’ottico e invece di comprarne uno solo ne compro due paia, o anche coi pantaloni, se me ne serve un paio ne compro due.
Ho sempre pensato che fosse una gran bella risposta.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+

7 thoughts on “Da ricchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *