Le stelle di Rosetta

Facile andarsene così, eh, Rosetta. Prendere, impacchettare tutto, tu e Philae, e filarvela. Lasciarci qui in pieno Governo Berlusconi II, bella roba. Sai quant’è durato, poi? Un’eternità! Il più longevo dall’Unità d’Italia, se togli Mussolini. Non c’è passato un attimo. “Andiamo in missione, è per la ricerca!”. Ma chi volevate prendere in giro, voi due, con la scenetta dei cervelli in fuga? Siete scappati, ecco cosa. E nemmeno a Londra o a Ibiza, come fanno tutti, no. Una cometa a 500 milioni di kilometri. Ma che avevate paura che vi venivamo a trovare? Bastava dirlo, che non volevate vederci più. Che vi stiamo sul cazzo. Bastava dirlo. Noi qui comunque si va avanti anche senza di voi. C’è la crisi, c’è Renzi, ma teniamo duro. Questa è la nostra casa, e lottiamo ogni giorno per farne un posto migliore. Possiamo farcela. Vogliamo farcela.

Sennò al limite facciamo come in Interstellar.

Poi voglio vedere se ve la tirate tanto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *