Il mio critico peggiore

Ora, non che mi ricordi i dettagli, però è successo che stanotte mi sono svegliato con un’immagine in testa, che era l’ultima di un sogno, che quindi finiva così, il resto non lo ricordo, con quell’immagine, e l’immagine era un foglietto di carta, strappato via da un foglio più grande, senza tanto criterio o precisione, su cui era scritto qualcosa di simile a Forse è il caso che lasci perdere questa cosa dello scrivere.

Pensavo che almeno il mio subconscio tifasse per me. Invece niente.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+

4 thoughts on “Il mio critico peggiore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *